Fiducia delle imprese manifatturiere
< < >-< I.Stat
Open all groups and itemsClose all groups and itemsSend link via emailPrintOpen in stand alone windowClose this window
Click to expand Sorgente
Click to collapse Sorgente
Click to expand Fonte(i) dei dati usata (e)
Click to collapse Fonte(i) dei dati usata (e)

Indagine sulla fiducia delle imprese manifatturiere: L'indagine, prevista nell’ambito del programma armonizzato relativo alle inchieste congiunturali presso le imprese e i consumatori approvato dalla Commissione Europea il 12 luglio 2006 (la normativa più recente è la seguente: COM(2006) 379), è finalizzata alla rilevazione di variabili qualitative quali giudizi e aspettative a breve termine (3 mesi) delle principali variabili aziendali (quali giudizi e aspettative su ordinativi, produzione e liquidità; giudizi sulle giacenze di prodotti finiti; aspettative sull'occupazione e sui prezzi di vendita) e valutazioni sulla situazione generale dell'economia italiana. Trimestralmente sono richieste ulteriori informazioni su diversi aspetti aziendali dell’impresa (quali capacità produttiva, numero di ore lavorate, nuovi ordinativi, scorte di materie prime, volume delle esportazioni, ostacoli alla produzione, durata della produzione assicurata e grado di utilizzo degli impianti) e sulla posizione concorrenziale dell’impresa.
L'unità di rilevazione e di analisi è l'impresa. L'universo di riferimento è rappresentato dalle imprese attive con almeno cinque addetti appartenenti al settore delle attività manifatturiere, così come individuato nella sezione C dell'ATECO 2007. L'indagine è mensile ed è condotta con tecnica CATI. Il campione è rappresentato da un panel di circa 4000 imprese. Il disegno campionario è di tipo casuale, stratificato per settori economici (identificati dalle divisioni della sezione C dell’ATECO 2007), ripartizione geografica e dimensione aziendale (in termini di addetti). La lista delle unità campionarie è estratta da ASIA (Archivio Statistico delle Imprese Attive).
ll clima di fiducia è costruito come media aritmetica dei saldi relativi ai giudizi sugli ordini, ai giudizi sulle scorte di prodotti finiti (con segno negativo) e alle attese sulla produzione. Mensilmente è calcolato l’indicatore di fiducia delle imprese manifatturiere per il totale, ripartizione territoriale (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Mezzogiorno) e per i principali raggruppamenti d'industrie (Beni di Consumo, Beni Intermedi e Beni Strumentali). Le serie storiche delle principali variabili sono destagionalizzate con il metodo Tramo-Seats.

Click to expand Caratteristiche dei dati
Click to collapse Caratteristiche dei dati
Click to expand Altre caratteristiche dei dati
Click to collapse Altre caratteristiche dei dati

Tutte le serie sono ottenute con un processo di stima che utilizza pesi derivati dal valore aggiunto al costo dei fattori. Più specificatamente, le stime fino al 2009 sono ottenute con pesi di valore aggiunto riferiti all'anno 2005; a partire dal 2010, le stesse sono invece ottenute con pesi di valore aggiunto riferiti al 2012. Per quanto riguarda le serie storiche alla voce Serie precedenti - climi (base 2005=100), si segnala che il processo di stima effettuato per ottenere le serie, utilizza pesi di valore aggiunto riferiti all’anno 2005 per tutto l'intervallo temporale pubblicato. Con la pubblicazione del mese di marzo 2015, l’indice del clima di fiducia per il totale, ripartizione territoriale (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Mezzogiorno) e per i principali raggruppamenti d'industrie (Beni di Consumo, Beni Intermedi e Beni Strumentali) è pubblicato in base 2010=100.
I saldi mensili sono calcolati considerando le frequenze non arrotondate.

Click to expand Periodicità
Click to collapse Periodicità

Le seguenti serie trimestrali del modulo imprese esportatrici: Fatturato all’export (in%),Giudizi fatturato all’export,Attese fatturato all’export,Prezzi all’esportazione in rapporto prezzi interni,Destinazione esportazioni trimestre,Paesi maggiormente concorrenti,Fattori negativi influenzanti le esportazioni sono diffuse nei mesi di Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre.
Le seguenti serie trimestrali del modulo capacità produttiva: Eccesso capacità produttiva,Livello numero ore lavorate,Livello nuovi ordinativi,Attese sul volume delle esportazioni,Ostacoli alla produzione,Durata della produzione assicurata,Grado di utilizzo degli impianti,Livello scorte semilavorati,Posizione concorrenziale sono diffuse nei mesi di Aprile, Luglio, Ottobre e Gennaio.

Click to expand Variabili raccolte
Click to collapse Variabili raccolte

Variabili sul credito: dal mese di ottobre 2015 le variabili passano dalla frequenza di rilevazione mensile a quella trimestrale essendo rilevate nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Le serie grezze sono disponibili a partire dal marzo del 2008.
A partire dall'anno di riferimento dei dati 2016, tutte le serie relative ai gruppi appartenenti alle seguenti otto divisioni della sezione C dell'ATECO 2007 non sono più diffuse:  industrie alimentari; industrie tessili; fabbricazione di prodotti chimici; fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature); fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche; fabbricazione di altri mezzi di trasporto; altre industrie manifatturiere.

Click to expand Concepts & Classifications
Click to collapse Concepts & Classifications
Fiducia delle imprese manifatturiereFonte(i) dei dati usata (e)

Indagine sulla fiducia delle imprese manifatturiere: L'indagine, prevista nell’ambito del programma armonizzato relativo alle inchieste congiunturali presso le imprese e i consumatori approvato dalla Commissione Europea il 12 luglio 2006 (la normativa più recente è la seguente: COM(2006) 379), è finalizzata alla rilevazione di variabili qualitative quali giudizi e aspettative a breve termine (3 mesi) delle principali variabili aziendali (quali giudizi e aspettative su ordinativi, produzione e liquidità; giudizi sulle giacenze di prodotti finiti; aspettative sull'occupazione e sui prezzi di vendita) e valutazioni sulla situazione generale dell'economia italiana. Trimestralmente sono richieste ulteriori informazioni su diversi aspetti aziendali dell’impresa (quali capacità produttiva, numero di ore lavorate, nuovi ordinativi, scorte di materie prime, volume delle esportazioni, ostacoli alla produzione, durata della produzione assicurata e grado di utilizzo degli impianti) e sulla posizione concorrenziale dell’impresa.
L'unità di rilevazione e di analisi è l'impresa. L'universo di riferimento è rappresentato dalle imprese attive con almeno cinque addetti appartenenti al settore delle attività manifatturiere, così come individuato nella sezione C dell'ATECO 2007. L'indagine è mensile ed è condotta con tecnica CATI. Il campione è rappresentato da un panel di circa 4000 imprese. Il disegno campionario è di tipo casuale, stratificato per settori economici (identificati dalle divisioni della sezione C dell’ATECO 2007), ripartizione geografica e dimensione aziendale (in termini di addetti). La lista delle unità campionarie è estratta da ASIA (Archivio Statistico delle Imprese Attive).
ll clima di fiducia è costruito come media aritmetica dei saldi relativi ai giudizi sugli ordini, ai giudizi sulle scorte di prodotti finiti (con segno negativo) e alle attese sulla produzione. Mensilmente è calcolato l’indicatore di fiducia delle imprese manifatturiere per il totale, ripartizione territoriale (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Mezzogiorno) e per i principali raggruppamenti d'industrie (Beni di Consumo, Beni Intermedi e Beni Strumentali). Le serie storiche delle principali variabili sono destagionalizzate con il metodo Tramo-Seats.

Indagine sulla fiducia delle imprese manifatturierehttp://siqual.istat.it/SIQual/visualizza.do?id=8888945&refresh=true&language=IT
Variabili raccolte

Variabili sul credito: dal mese di ottobre 2015 le variabili passano dalla frequenza di rilevazione mensile a quella trimestrale essendo rilevate nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Le serie grezze sono disponibili a partire dal marzo del 2008.
A partire dall'anno di riferimento dei dati 2016, tutte le serie relative ai gruppi appartenenti alle seguenti otto divisioni della sezione C dell'ATECO 2007 non sono più diffuse:  industrie alimentari; industrie tessili; fabbricazione di prodotti chimici; fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature); fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche; fabbricazione di altri mezzi di trasporto; altre industrie manifatturiere.

Periodicità

Le seguenti serie trimestrali del modulo imprese esportatrici: Fatturato all’export (in%),Giudizi fatturato all’export,Attese fatturato all’export,Prezzi all’esportazione in rapporto prezzi interni,Destinazione esportazioni trimestre,Paesi maggiormente concorrenti,Fattori negativi influenzanti le esportazioni sono diffuse nei mesi di Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre.
Le seguenti serie trimestrali del modulo capacità produttiva: Eccesso capacità produttiva,Livello numero ore lavorate,Livello nuovi ordinativi,Attese sul volume delle esportazioni,Ostacoli alla produzione,Durata della produzione assicurata,Grado di utilizzo degli impianti,Livello scorte semilavorati,Posizione concorrenziale sono diffuse nei mesi di Aprile, Luglio, Ottobre e Gennaio.

Altre caratteristiche dei dati

Tutte le serie sono ottenute con un processo di stima che utilizza pesi derivati dal valore aggiunto al costo dei fattori. Più specificatamente, le stime fino al 2009 sono ottenute con pesi di valore aggiunto riferiti all'anno 2005; a partire dal 2010, le stesse sono invece ottenute con pesi di valore aggiunto riferiti al 2012. Per quanto riguarda le serie storiche alla voce Serie precedenti - climi (base 2005=100), si segnala che il processo di stima effettuato per ottenere le serie, utilizza pesi di valore aggiunto riferiti all’anno 2005 per tutto l'intervallo temporale pubblicato. Con la pubblicazione del mese di marzo 2015, l’indice del clima di fiducia per il totale, ripartizione territoriale (Nord-ovest, Nord-est, Centro, Mezzogiorno) e per i principali raggruppamenti d'industrie (Beni di Consumo, Beni Intermedi e Beni Strumentali) è pubblicato in base 2010=100.
I saldi mensili sono calcolati considerando le frequenze non arrotondate.

Altre manipolazioni

Il processo adotta una politica di revisione per il rilascio dei dati. Per maggiori informazioni si possono consultare i "Documenti sulla politica di revisione" disponibili qui

Indagine sulla fiducia delle imprese manifatturierehttp://siqual.istat.it/SIQual/dettaglioIndagine.do?dispatch=docGenerali&id=8888945&refresh=true&language=IT