Emissioni atmosferiche NAMEA (NACE Rev.2)
< < >-< I.Stat
Open all groups and itemsClose all groups and itemsSend link via emailPrintOpen in stand alone windowClose this window
Click to expand Sorgente
Click to collapse Sorgente
Click to expand Fonte(i) dei dati usata (e)
Click to collapse Fonte(i) dei dati usata (e)

Le emissioni atmosferiche riportate nel conto satellite Namea (National accounting matrix including environmental accounts) sono calcolate a partire dall’inventario nazionale delle emissioni atmosferiche, realizzato annualmente dall’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (Ispra), dal quale scaturiscono i dati comunicati dall’Italia in sede internazionale nell’ambito della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (United Nations Convention on Climate Change - Unfccc) e della Convenzione sull'inquinamento atmosferico transfrontaliero (Convention on long range transboundary air pollution - Clrtap). La relazione esistente fra le emissioni Namea e quelle calcolate dall’Ispra nell’ambito delle due citate convenzioni è illustrata nelle presenti note e quantificata nel 'Raccordo tra totale NAMEA e totale Unfccc/Clrtap’. Le rimanenti discrepanze statistiche sono per lo più dovute all'utilizzo dei dati più recenti, gentilmente forniti da ISPRA, aggiornati successivamente alle ultime comunicazioni ufficiali.

Click to expand Population & Scope
Click to collapse Population & Scope
Click to expand Altre coperture dei dati
Click to collapse Altre coperture dei dati

Raccordo tra totale NAMEA e totale UNFCCC/CLRTAP: Il totale delle emissioni del conto satellite Namea differisce da quello calcolato nel contesto delle principali convenzioni internazionali sulle emissioni atmosferiche (United Nations Convention on Climate Change – Unfccc e Convention on long range transboundary air pollution - Clrtap), per effetto dell’adozione nei dati Namea dei princípi e degli standard che sono alla base dei conti economici nazionali, definiti dal sistema europeo dei conti nazionali e regionali – European System of Accounts (SEC2010). Per coerenza con tali principi e, in particolare, per calcolare i dati di emissione con riferimento alle unità residenti in Italia, ai dati di emissione delle citate convenzioni – che fanno riferimento al territorio nazionale – vengono aggiunte, per le attività di trasporto, le emissioni delle unità residenti che operano all’estero e sottratte le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale. Il saldo complessivo risulta dalla somma dei saldi relativi alle attività di trasporto su strada, aereo e marittimo. Si osservi che nel caso del trasporto internazionale aereo (per CO2, N2O e CH4) e marittimo (per tutti gli inquinanti), risulta nulla la componente del saldo che riguarda le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale in quanto tali emissioni non sono incluse, per convenzione, nei totali Unfccc/Clrtap.

Click to expand Popolazioen obiettivo (universo statistico)
Click to collapse Popolazioen obiettivo (universo statistico)

Il conto NAMEA comprende tutte le emissioni antropogeniche, tranne quelle riportate nel settore "Land Use, Land Use Changes and Forestry (LULUCF)" degli inventari delle emissioni, generate dagli agenti economici (unità produttive e famiglie). Non sono incluse nel conto le emissioni riconducibili a fenomeni naturali. Una unità (attività produttiva o famiglia) costituisce una unità residente di un paese allorquando essa ha il suo centro di interesse economico prevalente nel territorio economico di tale paese - ossia allorquando esercita per un lungo periodo (un anno o più) attività economiche su tale territorio (SEC2010 cap. 1.61). Coerentemente con questo principio le emissioni Namea includono, oltre alle emissioni delle unità residenti che operano sul territorio nazionale, anche quelle delle unità residenti che operano all’estero, ed escludono le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale. Tali inclusioni/esclusioni sono significative per quanto riguarda in particolare le attività di trasporto.

Click to expand Concepts & Classifications
Click to collapse Concepts & Classifications
Click to expand Classificazione(i) utilizzata(e)
Click to collapse Classificazione(i) utilizzata(e)

Attività produttive: Le attività produttive sono classificate secondo branche di attività economica in base alla Classificazione delle attività economiche Ateco 2007 (corrispondente a livello europeo alla Nace - Statistical Classification of Economic Activities in the European Community). Una branca di attività economica è costituita dall’insieme di tutte le unità di attività economica che esercitano la medesima attività o una attività di tipo simile (SEC2010). Ciascuna branca comprende per definizione, unitamente all’attività principale delle unità ad essa appartenenti, le loro attività ausiliarie e le loro eventuali attività secondarie per le quali non siano disponibili le informazioni necessarie per descriverle separatamente. Per ciascuna branca i dati Namea includono dunque le emissioni generate da: a - processi produttivi caratteristici dell’attività principale e delle eventuali attività secondarie; b - processi svolti come attività ausiliaria, come quelli di riscaldamento e di trasporto in conto proprio in unità non specializzate in queste attività.
Attività delle famiglie: Le famiglie generano emissioni atmosferiche attraverso l'uso di combustibile per il trasporto privato e per il giardinaggio, per il riscaldamento e gli usi di cucina e mediante l’uso di solventi e vernici.

Click to expand Concetto statistico principale
Click to collapse Concetto statistico principale

La caratteristica fondamentale dei conti di tipo Namea è la coerenza di impostazione con i principi e gli standard alla base dei conti economici nazionali, definiti dal sistema europeo dei conti nazionali e regionali (SEC2010) con riferimento soprattutto a tre aspetti, che differenziano questi dati da quelli dell’inventario nazionale delle emissioni atmosferiche:
1. Il riferimento dei dati alle unità residenti;
2. L’adozione delle stesse classificazioni dei dati economici;
3. Il riferimento degli aggregati alle branche di attività economica.
La coerenza metodologica dei dati Namea con i dati dei conti economici nazionali consente di calcolare indicatori che esprimono l’intensità di emissione delle diverse attività produttive.
• emissioni/produzione; produzione espressa a prezzi base - valori concatenati - anno di riferimento 2015
• emissioni/valore aggiunto; valore aggiunto espresso a prezzi base - valori concatenati - anno di riferimento 2015
• emissioni/unità di lavoro a tempo pieno (ULA) totali.

Click to expand Pesi
Click to collapse Pesi

Per quanto riguarda il tema ambientale 'effetto serra', gli equivalenti di CO2 del metano e del protossido di azoto sono stati rivisti, coerentemente con le comunicazioni alla Unfccc, rispettivamente 25 e 298.

Click to expand Other Aspects
Click to collapse Other Aspects
Click to expand Altri commenti
Click to collapse Altri commenti

La presente edizione comprende le emissioni di trifluoro di azoto (NF3), espresse in CO2eq, e tale contributo è incluso nel tema "effetto serra". Eventuali discrepanze residue, di entità minima, sono dovute quasi esclusivamente agli arrotondamenti.

Emissioni atmosferiche NAMEA (NACE Rev.2)Fonte(i) dei dati usata (e)

Le emissioni atmosferiche riportate nel conto satellite Namea (National accounting matrix including environmental accounts) sono calcolate a partire dall’inventario nazionale delle emissioni atmosferiche, realizzato annualmente dall’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (Ispra), dal quale scaturiscono i dati comunicati dall’Italia in sede internazionale nell’ambito della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (United Nations Convention on Climate Change - Unfccc) e della Convenzione sull'inquinamento atmosferico transfrontaliero (Convention on long range transboundary air pollution - Clrtap). La relazione esistente fra le emissioni Namea e quelle calcolate dall’Ispra nell’ambito delle due citate convenzioni è illustrata nelle presenti note e quantificata nel 'Raccordo tra totale NAMEA e totale Unfccc/Clrtap’. Le rimanenti discrepanze statistiche sono per lo più dovute all'utilizzo dei dati più recenti, gentilmente forniti da ISPRA, aggiornati successivamente alle ultime comunicazioni ufficiali.

Conti di tipo NAMEAhttp://siqual.istat.it/SIQual/visualizza.do?id=8888978&refresh=true&language=IT
Popolazioen obiettivo (universo statistico)

Il conto NAMEA comprende tutte le emissioni antropogeniche, tranne quelle riportate nel settore "Land Use, Land Use Changes and Forestry (LULUCF)" degli inventari delle emissioni, generate dagli agenti economici (unità produttive e famiglie). Non sono incluse nel conto le emissioni riconducibili a fenomeni naturali. Una unità (attività produttiva o famiglia) costituisce una unità residente di un paese allorquando essa ha il suo centro di interesse economico prevalente nel territorio economico di tale paese - ossia allorquando esercita per un lungo periodo (un anno o più) attività economiche su tale territorio (SEC2010 cap. 1.61). Coerentemente con questo principio le emissioni Namea includono, oltre alle emissioni delle unità residenti che operano sul territorio nazionale, anche quelle delle unità residenti che operano all’estero, ed escludono le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale. Tali inclusioni/esclusioni sono significative per quanto riguarda in particolare le attività di trasporto.

Altre coperture dei dati

Raccordo tra totale NAMEA e totale UNFCCC/CLRTAP: Il totale delle emissioni del conto satellite Namea differisce da quello calcolato nel contesto delle principali convenzioni internazionali sulle emissioni atmosferiche (United Nations Convention on Climate Change – Unfccc e Convention on long range transboundary air pollution - Clrtap), per effetto dell’adozione nei dati Namea dei princípi e degli standard che sono alla base dei conti economici nazionali, definiti dal sistema europeo dei conti nazionali e regionali – European System of Accounts (SEC2010). Per coerenza con tali principi e, in particolare, per calcolare i dati di emissione con riferimento alle unità residenti in Italia, ai dati di emissione delle citate convenzioni – che fanno riferimento al territorio nazionale – vengono aggiunte, per le attività di trasporto, le emissioni delle unità residenti che operano all’estero e sottratte le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale. Il saldo complessivo risulta dalla somma dei saldi relativi alle attività di trasporto su strada, aereo e marittimo. Si osservi che nel caso del trasporto internazionale aereo (per CO2, N2O e CH4) e marittimo (per tutti gli inquinanti), risulta nulla la componente del saldo che riguarda le emissioni delle unità non residenti che operano sul territorio nazionale in quanto tali emissioni non sono incluse, per convenzione, nei totali Unfccc/Clrtap.

Concetto statistico principale

La caratteristica fondamentale dei conti di tipo Namea è la coerenza di impostazione con i principi e gli standard alla base dei conti economici nazionali, definiti dal sistema europeo dei conti nazionali e regionali (SEC2010) con riferimento soprattutto a tre aspetti, che differenziano questi dati da quelli dell’inventario nazionale delle emissioni atmosferiche:
1. Il riferimento dei dati alle unità residenti;
2. L’adozione delle stesse classificazioni dei dati economici;
3. Il riferimento degli aggregati alle branche di attività economica.
La coerenza metodologica dei dati Namea con i dati dei conti economici nazionali consente di calcolare indicatori che esprimono l’intensità di emissione delle diverse attività produttive.
• emissioni/produzione; produzione espressa a prezzi base - valori concatenati - anno di riferimento 2015
• emissioni/valore aggiunto; valore aggiunto espresso a prezzi base - valori concatenati - anno di riferimento 2015
• emissioni/unità di lavoro a tempo pieno (ULA) totali.

Classificazione(i) utilizzata(e)

Attività produttive: Le attività produttive sono classificate secondo branche di attività economica in base alla Classificazione delle attività economiche Ateco 2007 (corrispondente a livello europeo alla Nace - Statistical Classification of Economic Activities in the European Community). Una branca di attività economica è costituita dall’insieme di tutte le unità di attività economica che esercitano la medesima attività o una attività di tipo simile (SEC2010). Ciascuna branca comprende per definizione, unitamente all’attività principale delle unità ad essa appartenenti, le loro attività ausiliarie e le loro eventuali attività secondarie per le quali non siano disponibili le informazioni necessarie per descriverle separatamente. Per ciascuna branca i dati Namea includono dunque le emissioni generate da: a - processi produttivi caratteristici dell’attività principale e delle eventuali attività secondarie; b - processi svolti come attività ausiliaria, come quelli di riscaldamento e di trasporto in conto proprio in unità non specializzate in queste attività.
Attività delle famiglie: Le famiglie generano emissioni atmosferiche attraverso l'uso di combustibile per il trasporto privato e per il giardinaggio, per il riscaldamento e gli usi di cucina e mediante l’uso di solventi e vernici.

Pesi

Per quanto riguarda il tema ambientale 'effetto serra', gli equivalenti di CO2 del metano e del protossido di azoto sono stati rivisti, coerentemente con le comunicazioni alla Unfccc, rispettivamente 25 e 298.

Altri commenti

La presente edizione comprende le emissioni di trifluoro di azoto (NF3), espresse in CO2eq, e tale contributo è incluso nel tema "effetto serra". Eventuali discrepanze residue, di entità minima, sono dovute quasi esclusivamente agli arrotondamenti.